IL QUADRO ECONOMICO DEL SETTORE GELATO

gusti

Un quadro economico del settore gelato in Italia ci viene proposto recentemente da IGI – Istituto del Gelato Italiano all’interno del “Rapporto di Sostenibilità 2020”.

Istituto del GelatoIl consumo di gelato in Italia – si sottolinea – a differenza di altri Paesi UE, è suddiviso quasi equamente tra gelato non confezionato (cosiddetto gelato artigianale, in quanto solitamente prodotto localmente nella singola gelateria, spesso con il supporto di semilavorati industriali) e gelato confezionato (cosiddetto gelato industriale che comprende sia il “gelato da passeggio” consumato fuori casa e il “gelato da asporto”consumato a casa).

A questa netta distinzione si deve aggiungere anche il comparto minoritario del gelato sfuso interamente prodotto industrialmente in vaschette di grandi formati destinate ai pubblici esercizi come bar e gelaterie “non artigianali”.

In riferimento al gelato industriale, rappresentato da IGI, nel corso degli anni presi in esame dal Rapporto di Sostenibilità, che vanno dal 2014 al 2019, il mercato è rimasto pressoché stabile con fluttuazioni più o meno sensibili, spesso in funzione dell’andamento climatico della stagione estiva, che rimane, sebbene non l’unica, la principale stagione di consumo di gelato in Italia.

Nel 2019 la produzione di gelati in Italia ha riguardato un volume di 236.479 tonnellate per un valore di oltre 2 miliardi di euro.

gelato artigianaleRappresentando quasi l’80% delle quantità totali, i gelati da asporto destinati al consumo domestico hanno confermato la loro posizione dominante sia nella produzione che negli acquisti dei consumatori italiani.

CONSUMO PRO CAPITE 3 KG

Tenuto conto delle importazioni e delle esportazioni, il consumo complessivo di gelati confezionati in Italia nel 2019 è risultato essere di circa 3 kg pro-capite, nella media degli anni passati.

In conclusione viene evidenziato come, i dati di produzione e di vendita 2020, non segnalati nella pubblicazione, abbiano registrato un netto calo, in particolare nel canale fuori casa, a causa del contesto inedito dovuto alla pandemia da Covid-19 e alle chiusure dei canali distributivi tipici di questi prodotti, come bar, stabilimenti e altri locali.

Il quadro economico del settore gelato 2017, diffuso sempre da IGI, indicava che il volume della produzione era di 213.125 tonnellate per un valore complessivo di 2.063,9 milioni di euro.

Testo tratto da “Rapporto di Sostenibilità 2020” presentato da IGI – Istituto del Gelato Italiano