assemblea

ASSEMBLEA DI ACOMAG: FIDUCIA PER IL SETTORE GELATO

L’Assemblea di ACOMAG, l’Associazione Nazionale Costruttori Macchine Arredamenti Attrezzature per Gelato che si è svolta a Rimini, il 22 gennaio 2024, in occasione del 45. SIGEP, ha evidenziato come innovazione e internazionalizzazione e crescita sostenibile, siano state le parole chiave per le aziende aderenti partecipnati alla kermesse riminese.

Il presidente dell’Associazione, Ing. Marco Cavedagni, riguardo a

assemblea
Ing. Marco Cavedagni – Presidente ACOMAG

SIGEP 2024, ha sottolineato come notevole sia stata l’affluenza degli operatori nazionali, i visitatori esteri non erano ai livelli di numeri dei picchi storici ma sicuramente l’interesse si è rivelato alto e concreto.

Le aziende di ACOMAG hanno mostrato soddisfazione per tutte le giornate della Fiera, i padiglioni erano pieni fin dal primo giorno, forse per merito del trend che nel 2023 ha visto il gelato artigianale superare per la prima volta nella storia i 10 Miliardi di Euro in Europa, ma non solo. Gli stand hanno sorpreso media e visitatori per l’attenzione a design e ambiente: premi e approfondimenti dedicati a intelligenza artificiale, digitalizzazione e la sostenibilità miravano chiaramente a supportare gli imprenditori del gelato nella proiezione al futuro.

Il confronto sui risultati del 2023 si è mostrato in linea con il 2022 dimostrando quindi una forte capacità del settore di creare valore anche in momenti difficili per l’economia.

Una bella spinta per gli imprenditori del Vecchio Continente, mai come ora leader sia per numero di gelaterie – ben 65 mila, con 300 mila addetti – che per consumi.

Enunciati da ACOMAG all’Assemblea  anche i numeri del settore gelato (1) che vedono in primis Italia (39 mila punti vendita, di cui oltre 9.300 gelaterie, 12.000 pasticcerie e circa 18.000 bar con offerta gelato artigianale), Germania (9.000 punti vendita di cui 3.300 gelaterie pure), Spagna (2.200), Polonia (2.000), Belgio (1.200), e una presenza crescente in Inghilterra, Austria, Grecia, Francia e Romania.

Anche in Italia il giro d’affari del 2023 ha visto un incremento dell’11%, sfiorando i 3 miliardi di euro tra gelaterie, pasticcerie e bar con gelato “(erano € 2.7 miliardi nel 2022, € 2.3 miliardi nel 2021 e € 1,85 miliardi nel 2020).

Nonostante la contrazione del potere d’acquisto degli italiani, la spesa pro-capite per il gelato artigianale è salita a circa 43 euro, a cui si aggiunge la spesa del turismo straniero (circa 2,5 euro a persona), anch’esso in crescita nel nostro Paese: +4% nella stagione estiva, +13% durante l’anno, con un particolare aumento delle presenze a partire da agosto. Segno positivo anche per i volumi che, nonostante l’inflazione e l’andamento climatico poco favorevole, sono rimasti stabili (+1% rispetto al 2022), facendo ben sperare per il futuro di tutta la filiera, che nel suo complesso (gelaterie, ingredienti, macchine, attrezzature, vetrine) vale oltre 4 miliardi di euro e dà lavoro a più di 100.000 persone.

Fonte newsletter ACOMAG del 23/02/2024

(1) Stessi numeri diffusi anche dal sito https://www.gelato-day.it/il-gelato-artigianale-supera-per-la-prima-volta-i-10-milioni-di-euro-in-europa-il-gelato-day-si-presenta-al-sigep-2024-tra-crescita-innovazione-e-creativita/ in data 16 gennaio sui quali gelatonews esprime prudenza considerate le difficoltà, più volte evidenziate, ad avere dati oggettivi.